LA CRITICA CRITICA. Quintali di massa critica

dicembre 17, 2007

Let it Snow, Let it Snow, Let it Snow

test6.png

[LOS ANGELES – dal nostro corrispondente]

All the cold weather we’ve had here in Los Angeles recently makes me think it’s time to go skiing, or at least go watch a movie about it, since we’re not exactly a ski destination. Fortunately, I had the pleasure of doing just that at the American Film Institute’s International Film Festival in Hollywood last month (http://www.afi.com/onscreen/afifest/2008/). Director Mark Obenhaus’ documentary “Steep,” which opens this coming Friday in Los Angeles and New York, chronicles the sport of extreme skiing through experiences of several of the sport’s legendary figures, from the sport’s infancy through the present. Featured skiers include Genovese Stefano De Benedetti. The film resonates on many levels with its adrenaline-inducing mix of grand scenery, dangerous skiing and this breed of people who live a lifestyle that most of us ponder on only fleetingly. We were lucky enough to have a Q&A (question and answer) session with Obenhaus and two of his film’s protagonists, Ingrid Backstrom and Andrew McClean, after the screening. For me, as a so-so skier, the film was an opportunity to live vicariously through these talented people, who ski shower-curtain steep slopes day in and day out the way the majority of us spend our time at desk jobs. There are so many things that impress about “Steep” but the comment that stuck with me the most was Glen Plake’s revelation that “every single dollar” he’s ever made in his life, ever, has been from skiing. How many of us can say that every dollar we’ve ever earned was earned doing something we love, and something that doesn’t harm anyone else? Hmmm…. It’s something I’ve been thinking about a lot lately as I sit down at my desk each day. I know it’s probably going to be difficult to find this movie there in Italy , but I hope you at least try. Mi raccomando! In the meantime, you can watch the trailer here: www.steepfilm.com

See you later alligators,
Serendipitydoodah

Annunci

dicembre 3, 2007

A “L’esame di Xhodi” il premio della giuria del TFF

l_esame_di_xhodi.jpg

domenica 2 dicembre 2007
CineFuturo
Gianluca e Massimiliano De Serio hanno vinto insieme il premio speciale della giuria al Torino Film Festival, il primo con la firma di Nanni Moretti.
Il film dei due gemelli (di mamma lucana, e orgogliosi del tenace sangue che gli scorre nelle vene) s’intitola “L’esame di Xhodi” e racconta la vita in una scuola d’arte a Tirana; è stato premiato nella catogoria “Italiana.doc“, la seconda più importante del festival, per “aver saputo raccontare con inconsueta padronanza dei mezzi espressivi la straordinaria, quotidiana esperienza della creazione artistica”.

Ecco, è sempre bello quando un amico, un conoscente, una persona con cui qualche volta hai parlato, ottiene un risultato importante nell’inseguimento dei suoi sogni.Quello che si coglie,ascoltandoli parlare, è che nell’arte, le cose importanti le fanno quelli che hanno un’urgenza dentro, che seguono una voce interna, non quelli che come prima cosa hanno chiaro in testa che vogliono fare il regista, lo scrittore, l’attore. Ma quelli che vogliono/devono raccontare quella storia – non un’altra – perché non potrebbero fare altrimenti.
E allora questo premio, in un momento di passaggio come può essere quello di un giovane che si avvicina alla trentina, ci ricorda che il coraggio è sempre la via migliore per la felicità.

(Pubblicato da Cipputi, adattamento per La Criticacritica di Funnyg)

dicembre 2, 2007

La Critica Critica da Los Angeles

Filed under: Americans,Cinema — lacriticacritica @ 12:08 pm
Tags: , , ,

img_1915.jpg

[dal nostro inviato a Los Angeles]

UN PO’ DI SUNSHINE TRA GLI INCENDI.

Ciao lettori di La Critica Critica e saluti da Los Angeles. Mi sono accorta del post di Little Miss Sunshine, il mitico film d’una famiglia disfunzionale (forse normale?), e volevo condividere due foto scattate ad agosto scorso, quando io e mia sorella siamo state nell’albergo dove sono state girate le ultime scene del film (guarda). Ne ho scattata una dalla nostra stanza all’albergo, il Crowne Plaza, che si trova a Ventura, California, 100km a distanza da Los Angeles. L’altra mostra la passerella di fronte all’albergo, con dei surfer nel mare. L’albergo mi e’ piaciuto abbastanza. Quando siamo arrivate in camera mi chiedevo perche’ ci hanno dato dei tappi per le orecchie. Quando e’ arrivato il treno Pacific Surfliner di Amtrak durante la notte (il treno che viaggia adiacente al mare tra San Luis Obispo e San Diego), capivo perche’. Questo è il primo articolo della mia corrispondenza da Los Angeles. Nelle prossime settimane vi racconterò la mia città e lo farò nella mia fantastica lingua, l’americano (magari con un po’ d’italiano)! Ma cerchero’ di non fare l’americanata.

See you later alligators,
Serendipitydoodah

novembre 26, 2007

TFF – Torino Film Festival

Filed under: Cinema — lacriticacritica @ 12:17 am
Tags:

Image and video hosting by TinyPic

Brava questa Monica non trovate?… E se si unisse ai critici critici?

Ragazzi, il festival di Moretti è iniziato. Due nostri collaboratori hanno preso parte alla cerimonia di apertura (FunnyG ed il Rag Vega; 2 su 200 invitati, come dire… rappresentavamo l’ 1% della cultura mondiale al TFF 😛 ).

I critici critici sono sguinzagliati per le sale di Torino e molto presto inizieranno a darvi notizie esclusive sul festival.

Tenetevi forte!!!

http://www.monicaindelicato.blogspot.com/

http://www.monicaindelicato.com/

Blog su WordPress.com.