LA CRITICA CRITICA. Quintali di massa critica

maggio 22, 2008

Le polpette di Jenny reload!

Rieccoci qui,

cari lettori de LCC, le polpette di Jenny continuano a conquistare i palati sopraffini dei suoi colleghi. Ieri in redazione con Jenny ed i suo splendidi genitori c’erano anche il Rag. Vega, il soprano Rachel Harnisch, il basso Simon Orfila ed il regista Alejandro Bonatto. Insomma, una grande squadra… in teatro e ai fornelli!

Annunci

maggio 12, 2008

Le polpette di Jennifer Rivera

Stamane Jenny Rivera, mezzo-soprano di fama internazionale, è stata ospite della nostra redazione per prendere un primo contatto in vista dell’intervista esclusiva che concederà al nostro blog. Nelle immagini è documentato l’incontro con il Rag. Vega. Jenny ha preparato delle squisite polpette di uova, dimostrando di conoscere oltre all’arte del belcanto italiano anche la nostra tradizione culinaria.

Jennifer Rivera

Ecco a voi la ricetta che Jenny ha cortesemente fornito alla nostra redazione:

6 uova

abbondante mollica di pane

6 cucchiai di parmigiano

un cucchiaio di latte

prezzemolo

olio di Montescaglioso

Sale

Sbattere le uova ed aggiungere la mollica di pane, un pizzico di sale, il prezzemolo ed un cucchiaio di latte. Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo poi, aiutandosi con il cucchiaio, creare delle polpette a forma di nuvola. Friggere le polpette per qualche minuto con olio d’oliva di Montescaglioso.

Servire le polpette tiepide come antipasto oppure usarle come secondo lasciandole riposare 10 minuti in una pentola di sugo caldo. In questo caso non dimenticate il basilico!

aprile 21, 2008

Jennifer Rivera on La Critica Critica 2.0

Filed under: Americans,Musica — lacriticacritica @ 9:37 pm
Tags: , , , , , ,

Affezionati lettori, appassionate lettrici,

La Critica Critica riparte alla grande. E’ per noi un onore annunciarvi l’intervista in esclusiva che la nostra testata si è assicurata con Jennifer Rivera. Il famoso mezzo-soprano statunitense, al suo debutto italiano nel ruolo Sesto ne La Clemenza di Tito, opera mozartiana in scena dal prossimo 16 maggio al Teatro Regio di Torino, presenterà attraverso LCC in anteprima mondiale il suo BLOG. L’evento sarà occasione per chiedere a Jennifer le sue impressioni sulla scena operistica italiana e sul lavoro che il grande Graham Vick, regista chiamato dal Regio per realizzare un allestimento tutto nuovo dell’opera di Mozart. In più siamo certi che la cantante vorrà anche parlarci delle sue lezioni telematiche di cucina (via Skype) con il noto chef della nostra redazione, il Rag. Vega.

Agli impazienti consigliamo di visitare il sito personale di Jennifer Rivera, dove è possibile ascoltare alcune sue registrazioni, e le pagine che il Teatro Regio dedica a quella che probabilmente è la produzione più importante e attesa della stagione.

gennaio 10, 2008

L.A. IS MARS – UNA SERATA DI INDIE MUSIC

Filed under: Americans,Musica — lacriticacritica @ 12:50 pm
Tags: , , ,
wdch.jpg
[LOS ANGELES – dal nostro corrispondente]
E’ stato un piacere vedere e ascoltare i cantanti molto diversi durante una serata di bellissima musica “indie” qui a Los Angeles martedi. Il concerto si è tenuto al teatro famoso nella rinomata Walt Disney Concert Hall (nella foto), fatto del grande architetto Frank Gehry (che ha disegnato il Guggenheim a Bilbao). Bellissimo teatro con un’atmosfera iera sera come il tuo salotto a casa. Ogni cantante ha eseguito due canzoni, un bel po’ di musica visto che c’erano 14 gruppi/cantanti. Potete leggere del concerto e del teatro qui: LAphil, dove si trovano i link vari dei cantanti e anche una bella “e-card” (e-cartolina) dove potete ascoltare gli artisti. Veramente una collezione di grande talento. I momenti favoriti per me: Biirdie (con “L.A. is Mars” — LA is Mars/Where the wind blows money and stars; LA e’ Marte; dove il vento soffia soldi e stelle); Zooey Deschanel (con la canzone di Ricky Nelson, “Lonesome Town”); Stevie Jackson (di Glasgow); Sondre Lerche (norvegese); Money Mark (collaboratrice con i Beastie Boys; e’ stato lui che ha scritto/suonato la parte del pianoforte nella canzone famosa di Beck, Where It’s At); e Inara George (di The Bird and the Bee).

See you later alligartors!
Serendipitydoodah

dicembre 17, 2007

Let it Snow, Let it Snow, Let it Snow

test6.png

[LOS ANGELES – dal nostro corrispondente]

All the cold weather we’ve had here in Los Angeles recently makes me think it’s time to go skiing, or at least go watch a movie about it, since we’re not exactly a ski destination. Fortunately, I had the pleasure of doing just that at the American Film Institute’s International Film Festival in Hollywood last month (http://www.afi.com/onscreen/afifest/2008/). Director Mark Obenhaus’ documentary “Steep,” which opens this coming Friday in Los Angeles and New York, chronicles the sport of extreme skiing through experiences of several of the sport’s legendary figures, from the sport’s infancy through the present. Featured skiers include Genovese Stefano De Benedetti. The film resonates on many levels with its adrenaline-inducing mix of grand scenery, dangerous skiing and this breed of people who live a lifestyle that most of us ponder on only fleetingly. We were lucky enough to have a Q&A (question and answer) session with Obenhaus and two of his film’s protagonists, Ingrid Backstrom and Andrew McClean, after the screening. For me, as a so-so skier, the film was an opportunity to live vicariously through these talented people, who ski shower-curtain steep slopes day in and day out the way the majority of us spend our time at desk jobs. There are so many things that impress about “Steep” but the comment that stuck with me the most was Glen Plake’s revelation that “every single dollar” he’s ever made in his life, ever, has been from skiing. How many of us can say that every dollar we’ve ever earned was earned doing something we love, and something that doesn’t harm anyone else? Hmmm…. It’s something I’ve been thinking about a lot lately as I sit down at my desk each day. I know it’s probably going to be difficult to find this movie there in Italy , but I hope you at least try. Mi raccomando! In the meantime, you can watch the trailer here: www.steepfilm.com

See you later alligators,
Serendipitydoodah

dicembre 2, 2007

La Critica Critica da Los Angeles

Filed under: Americans,Cinema — lacriticacritica @ 12:08 pm
Tags: , , ,

img_1915.jpg

[dal nostro inviato a Los Angeles]

UN PO’ DI SUNSHINE TRA GLI INCENDI.

Ciao lettori di La Critica Critica e saluti da Los Angeles. Mi sono accorta del post di Little Miss Sunshine, il mitico film d’una famiglia disfunzionale (forse normale?), e volevo condividere due foto scattate ad agosto scorso, quando io e mia sorella siamo state nell’albergo dove sono state girate le ultime scene del film (guarda). Ne ho scattata una dalla nostra stanza all’albergo, il Crowne Plaza, che si trova a Ventura, California, 100km a distanza da Los Angeles. L’altra mostra la passerella di fronte all’albergo, con dei surfer nel mare. L’albergo mi e’ piaciuto abbastanza. Quando siamo arrivate in camera mi chiedevo perche’ ci hanno dato dei tappi per le orecchie. Quando e’ arrivato il treno Pacific Surfliner di Amtrak durante la notte (il treno che viaggia adiacente al mare tra San Luis Obispo e San Diego), capivo perche’. Questo è il primo articolo della mia corrispondenza da Los Angeles. Nelle prossime settimane vi racconterò la mia città e lo farò nella mia fantastica lingua, l’americano (magari con un po’ d’italiano)! Ma cerchero’ di non fare l’americanata.

See you later alligators,
Serendipitydoodah

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.