LA CRITICA CRITICA. Quintali di massa critica

dicembre 8, 2007

Gioventù bruciata: tutti morti

picassoguernica2.jpg

AGGIORNAMENTO: 31 dic

TORINO – E siamo a 7!

 

Annunci

4 commenti »

  1. “Dove se n’è andato Elmer
    che di febbre si lasciò morire,
    dov’è Herman bruciato in miniera…
    … e cosa ne sarà di Charley
    che cadde mentre lavorava
    e dal ponte volò, volò sulla strada.”
    (F. De Andrè)

    Commento di Post Scriptum — dicembre 8, 2007 @ 7:33 pm | Rispondi

  2. Mi ritorna alla mente una discussione avuta in un bar con un criticocritico riguardo alla legge Biagi, all’epiteto utilizzato da un parlamentare nei confronti del professore universitario ucciso dalle brigate rosse autore di una riforma davvero perfetta….

    E mi dico che avevo proprio ragione…..e che quell’epiteto non era poi così fuori luogo.

    R.d.S.L.

    Commento di Robert de Saint-Loup en Bray — dicembre 9, 2007 @ 11:21 am | Rispondi

  3. “A gridare è, straziata
    da mesi e anni di mattutini
    sudori, la vecchia scavatrice […]

    […] è qui, che brucia
    in ogni nostro atto quotidiano,
    angoscia anche nella fiducia

    che ci dà vita , nell’impeto gobettiano
    verso questi operai, che muti innalzano,
    nel rione dell’altro fronte umano,

    il loro rosso straccio di speranza.

    (P.P.Pasolini, Il pianto della scavatrice, 1956)

    Commento di Cristallina — dicembre 9, 2007 @ 11:45 pm | Rispondi

  4. Antonio Boccuzzi, l’unico lavoratore scampato all’incendio della ThyssenKrupp, stamattina, al termine della manifestazione torinese per ricordare le vittime di questa sciagura, ha detto «Antonio, Roberto, Angelo, Bruno, siete sempre davanti ai miei occhi. Ho il dovere di andare avanti di testimoniare cosa è successo. L’orrore incredibile di quello che ho visto è paragonabile solo ad un inferno».
    I Critici Critici si augurano che chi si è macchiato di crimini così orrendi, chi ha mandato al macello queste 4 persone, paghi per gli omicidi commessi, per le famiglie distrutte, per il dolore e le sofferenze che toccheranno ai sopravvissuti.
    Intanto raccolgono l’invito di Boccuzzi ad «andare avanti per far valere i nostri diritti, per far sì che da domani andare a lavorare non sia come andare in guerra».

    Rag. Vega

    Commento di lacriticacritica — dicembre 11, 2007 @ 12:40 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: