LA CRITICA CRITICA. Quintali di massa critica

novembre 17, 2007

E’ MORTO IL PAPA

Filed under: Necrologia - complottismo - dietrologia — lacriticacritica @ 11:07 am
Tags: , ,

paolo_stoppa.jpg

[wikipedia – 17 nov 2007]

ROMA – Le campane suonano a morto nelle chiese della Capitale. La notizia della morte del Santo Padre ha spinto in strada e nelle chiese migliaia di persone.

  • Papa Pio VII: Ricordati figliolo che la Giustizia non è di questo mondo, ma dell’altro.
    Marchese del Grillo: Eh, lo so Santità. Giustizia dell’altro mondo…
    Papa Pio VII: Proprio così figliolo… E poiché Noi purtroppo siamo di questo mondo, ti condanniamo ugualmente a trenta giorni di fortezza. Dieci giorni per aver mancato di rispetto alla persona del Pontefice, dandolo per morto, e facciamo i dovuti scongiuri; altri 10 giorni per esserti preso gioco della giustizia di questo nostro regno, facendo condannare un povero innocente.
    Marchese del Grillo: No, eh, quello l’ho risarcito, Santità, hai voglia! Ho pagato tre volte il suo credito, in più gli ho regalato un terreno fuori Porta San Sebastiano… eh eh. Avesse visto la faccia di Aronne Piperno, non stava più in sé dalla gioia!
    Papa Pio VII Eh vabbè…sorvoliamo e ti diamo un solo giorno.
    Marchese del Grillo: Grazie…
    Papa Pio VII Uno per ogni cardinale, per ogni principe, per ogni funzionario da te indotto in corruzione. Quanti sono?
    Marchese del Grillo: Chi, i corotti?
    Papa Pio VII: Sì, quandi so’?
    Marchese del Grillo: Beh, ‘na ventina.
    Papa Pio VII: E allora i conti tornano! Son sempre trenta giorni! Questo è il verdetto emesso dal Pontefice Pio VII in qualità di capo del governo pontificio.
    […]
    Papa Pio VII: Onofrio, come papa e come capo della Chiesa di Cristo misericordioso, commuto seduta stante i trenta giorni di fortezza…
    Marchese del Grillo: Grazie, grazie.
    Papa Pio VII: …in trenta pateravegloria da dirsi trenta volte per trenta giorni consecutivi.
    Marchese del Grillo: Ecco… allora era meglio anna’ in fortezza!
  • Don Bastiano [Sul patibolo prima di essere ghigliottinato.]: E ora, anche io posso perdonare a chi mi ha fatto male. In primis, al Papa, che si crede il padrone del cielo. In secundis, a Napulione, che si crede il padrone della terra. E per ultimo, al Boia qua, che si crede il padrone della morte. Ma soprattutto posso perdonare a voi… figli miei… che non siete padroni di un cazzo!

[da IL MARCHESE DEL GRILLO, Mario Monicelli, 1981]

Annunci

4 commenti »

  1. bene, continuiamo sempre per la linea “titoli-rivelazione shock”.. optimus il marchese Del Grillo, sempre grande! (ihih che ridere!!)

    Commento di dario — novembre 17, 2007 @ 1:29 pm | Rispondi

  2. C’è chi in redazione viene dalla scuola di Torino Cronaca!

    Commento di lacriticacritica — novembre 17, 2007 @ 2:06 pm | Rispondi

  3. …e fatevi il segno della croce, PORCAPUTTEINA!

    Ricciotto già Marco

    Commento di lacriticacritica — novembre 17, 2007 @ 2:27 pm | Rispondi

  4. il papa perdona tutti quelli che si fanno i cavoli propri e non si intromettono nella vita della chiesa, e fatevi il segno dela croce

    Commento di enea — novembre 17, 2007 @ 2:44 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: